Almanacco 6 gennaio: Early Wynn, grandissimo sul mound e bravo nel box di battuta.

Oggi il nostro sito ricorda il profilo di Early Wynn, lanciatore destro nato come oggi ad Hartford nel 1920.

Quando in campo c’era il tarchiato Gus (vero nome del lanciatore) ogni incontro diveniva una battaglia. La sua carriera è durata per 23 anni e 300 vittorie indossando le casacche di Washington, Cleveland (ove assieme a Feller e garcia ha costituito una delle migliori rotazioni di sempre) e Chicago White Sox. In cinque occasioni vinse più di venti partite a stagione. Vinse il Cy Young Award nel 1959 all’età di 39 anni quando il suo record di 22-10 contribuì immensamente alla vittoria del pennant per i White Sox,

 Le World Series del 1959 (Video 1 ) (Video 2)  furono poi vinte dal Los Angeles Dodgers per 4-2. Una curiosità da quella edizione: il record di pubblico, che significa 420.784 spettatori totali  con le tre  partite giocate al Coliseum di LA con rispettivamente 92.394 , 92.650 e 92.706 spettatori ! E’ nella Hall of Fame dal 1972. Wynn era uno che se la cavava anche con la mazza. Era switch hitter ed ha chiuso con una media vita battuta di .214 (365 valide di cui 59 doppi, 5 tripli e 17 homeruns) .285 di percentuale arrivo in base, 52 bunt di sacrificio e 4 volate di sacrificio.