Almanacco 23 maggio. Zack Weath: 14 stagioni oltre .300 in battuta.

L’almanacco di oggi è dedicato a Zack Wheat, nato ad Hamilton nel 1888. Esterno sinistro, Zacharian Wheath  va ricordato, per cominciare, come il giocatore che nel 1918 vinse il titolo di miglior battitore senza colpire un solo homerun.

Poi , Weath va ricordato come esterno dei Brooklyn Superbas e Dodgers per 18 stagioni consecutive nelle quali realizzò ogni possibile record in attacco per la squadra. Era anche un brillante difensore con un notevole “braccio”. Battè oltre .300 per 14 stagioni e nel 1918 vinse il titolo di miglior battitore con la media  di .335. Terminò la carriera con una media battuta vita di .317.  Weath era un incredibile battitore di palle curve, ma soprattutto è stato il battitore capace di essere definito il “nemico numero uno” di un grande lanciatore come Christy Mathewson. Un filmato del 1920 riprende i Dodgers allo spring training e presenta Zack Weath “The Captain” e Walter Robertson “The Manager” (video).