Almanacco 8 settembre: 1998, l’androstenedione di McGwire segna l’home run n. 62. Buck Leonard dalla Negro League

L’almanacco ricorda che come oggi nel 1998, Mark McGwire batte il record per home runs stagionali già appartenuto a  Roger Maris portandolo a 62, poi a 70 a fine stagione, quella del grande duello di Sosa a colpi di homerun (e per Sosa aggiungiamo  che una volta fu pure beccato con la mazza ripiena di sughero..) . Guardatevi questa bella “Hit Parade” di atleti miracolosamente…. “cresciuti”… oltre tempo…

Infatti non fu vera gloria (video)  poichè dovette poi confessare che fin da un pò di anni prima assumeva androstenedione, prodotto per l’aumento della massa muscolare bandito dalla WADA (Agenzia Mondiale Anti Doping), dalla National Football League e dal Comitato Olimpico Internazionale. Eh, beh: mica era bandita dalla Major League e negli Stati Uniti non era classificata come steroide anabolizzante. Non vi pare un pò ipocrita concludere che Mark McGwire si sia comportato da onesto giocatore di baseball (la regola mica vietava l’uso dell’anabolizzante….) e da onesto cittadino (la Legge non classificava la sostanza tra gli steroidi anabolizzanti….)?

Poi, come oggi, si ricorda la nascita, nel 1907 a Rocky Mount, di un grande giocatore della Negro League : Buck Leonard. Grande battitore fu prima base degli Homestad Gray  nel periodo dei nove pennant consecutivi 1937-1945 e con Josh Gibson costituì la coppia Ruth-Gehrig della Negro League. Il titolo di miglior battitore della stagione 1948 venne ottenuto con la media battuta di .391